Struttura

La direzione dell'associazione dell' Accademia viene affidata al "Consiglio Accademico" composto da un minimo di 3 ed un massimo di 9 membri, eletti dal "Senato Accademico".

La carica dura 5 anni. I membri possono essere rieletti. Il Consiglio Accademico nomina, il Pro Rettore ed il Tesoriere. La carica di Rettore non è elettiva, essa spetta di diritto al Sovrano Gran Maestro pro tempore, del Reale Ordine Nobiliare dei Cavalieri del Sacro Romano Impero.

Il Consiglio Accademico è competente per tutto quanto non espressamente attribuito al Senato Accademico.

In particolare, spetta al Consiglio Accademico fissare i contributi annui.

Le deliberazioni del Consiglio Accademico sono prese con il voto favorevole della maggioranza degli Accaddemici; in caso di parità decide il voto del Rettore.

Con l'accordo del Senato Accademico, il Consiglio Accademico può nominare un revisore dei conti esterno.
L'Organo superiore dell'Accademia è il "SENATO ACCADEMICO". Esso è convocato dal Consiglio Accademico, ogni qualvolta si renda necessario e comunque almeno una volta all'anno e qualora un numero pari al quinto degli Accademici lo richieda. La convocazione deve essere fatta a ciascun socio a mezzo di lettera raccomandata o di emal certificata, o di cui vi sia riscontro di ricevimento, entro 20 giorni dalla data stabilita per l'adunanza.

Il Senato Accademico elegge il Consiglio Accademico e decide tutti gli oggetti non riservati ad altri organi dell'Accademia. Delibera circa l'approvazione dei costi di gestione ed il preventivo del bilancio consuntivo annuale, che viene presentato dal Consiglio Accademico.

Le risoluzioni sociali sono prese dal Senato Accademico. Esse sono prese a maggioranza dei voti degli Accademici presenti. Ogni Accademico ha diritto ad un voto. Possono essere prese risoluzioni anche su soggetti non debitamente preannunciati qualora siamo presenti tutti gli Accademici. Per ogni assemblea viene redatto un verbale.

Nel corso delle riunioni del Consiglio Accademico e del Senato Accademico, nonché nel corso di ogni attività formale, gli Accademici sono tenuti ad indossare la toga di ordinanza, o –se membri dell'Ordine- il mantello del Reale Ordine Nobiliare dei Cavalieri del Sacro Romano Impero.

Lo stemma dell'Associazione (Accademia), è il blasone del Reale Ordine Nobiliare dei Cavalieri del Sacro Romano Impero, sovrastato dalla scritta: "ACCADEMIA SACRUM ROMANUM IPERUM" e con sottostante la scritta: "SCHOLA PALATINA AQUISGRANAE".
L'Accademia può essere sciolta per delibera del Senato Accademico. Organo di pubblicazione dell'Accademia è il proprio sito internet. Per delibera del Consiglio Accademico, o del Senato Accademico, si potranno pubblicare gli oggetti di tali delibere sul F.U.S.C., organo ufficiale della Confederazione Elvetica.

Per quanto non previsto nello statuto, si rinvia alle disposizioni di diritto vigenti, nel Codice Civile svizzero.

Tutte le controversie che dovessero sorgere tra l'Accademia, i membri del Consiglio Accademico ed gli Accademici, che non dovessero venire risolte banalmente, verranno sottoposte a giudizio inappellabile, di uno dei Tribunali della Corte Europea di Giustizia Arbitrale di Lugano.

Menu

In evidenza